In offerta!

LIBRO SPECIALE: ATTORNO AL MONDO DI BENEDETTO

15,00 12,75

“ATTORNO AL MONDO SU UNA BARCA DI 6,50 METRI”

Alessandro Di Benedetto ha scritto e illustrato in un prezioso volume la sua straordinaria impresa, che gli è valsa il record del primo uomo ad aver attraversato il pianeta con la barca più piccola, da solo e senza scali in 268 giorni.
“Attorno al mondo su una barca di 6,50 metri”, in 164 pagine il racconto di tutta l’impresa in prima persona, con 300 straordinarie fotografie e disegni dell’autore, dalla costruzione dello scafo alla navigazione nei mari di tutto il mondo.
Un emozionante libro riccamente illustrato che vi farà sentire a bordo, partecipi di questa avventura ai limiti umani sino al 60° parallelo sud, tra bonacce e tempeste, paure e gioie, disalberamenti e solitudine, problemi tecnici e psicologici.

Formato: 27×18 cm, 164 pagine
Lingua: italiano

CONTENUTI
FUORI DALL’ORDINARIO
Per capire che tipo di personaggio fuori dall’ordinario sia il marinaio italo francese (il papà è siciliano, ci tiene a precisarlo) e come la narrazione della sua avventura abbia toni così lontani dall’autocelebrazione, sentite come racconta uno dei momenti più drammatici dell’impresa, mentre si avvicina all’Everest dei velisti, Capo Horn. Con una disarmante naturalezza racconta il disalberamento avvenuto in pieno Oceano Pacifico: “Sono le prime luci dell’alba del 30 marzo, sono sottocoperta intento a riposare quando, improvvisamente, vengo scaraventato sul lato di sinistra. Un violento frangente ha appena investito la barca, coricandola di circa 110°. Subito esco in pozzetto: non c’è più l’albero!… l’albero è spezzato in tre pezzi… ” E, con calma quasi olimpica e cocciuta determinazione, trova il tempo di fotografare e raccontare come, grazie ad una abilità marinara fuori dal comune, è riuscito a mettere in piedi un armo di fortuna, che gli ha consentito di riprendere il viaggio e tenere medie simili a quelle che avrebbe tenuto quando l’albero “vero” era ancora in piedi: “Ho deciso che il viaggio prosegue normalmente… e che costruirò un armo di fortuna con il pezzo più lungo di albero che misura 6 metri e 37… ricostruisco con resina epossidica e fibre di carbonio la base dell’albero… per scaldare impiego dei sacchetti di carbone attivo, di quelli utilizzati in montagna per prevenire il congelamento delle dita”. Ma “Attorno al mondo su una barca di 6,50 metri” non è solo un racconto di navigazione, ci sono anche momenti intimi dove la natura, il mare, gli abitanti degli oceani (sì, anche a centinaia di miglia dalla costa!) diventano protagonisti.

QUANDO UN LIBRO È UN EVENTO
Uno dei passaggi più emozionanti è un incontro ravvicinato con i delfini: “Non riesco a crederci! Ne arriva un altro che spinge via il primo e come un cagnolino viene a strofinarsi sulla mia mano. Sono senza parole, si fanno accarezzare! “. Il libro di Di Benedetto è la testimonianza di un’impresa memorabile, come l’ha definita Sir Robin Knox Johnston che deteneva il record precedente, imbattuto dal 1969: “Navigare attorno al mondo è la sfida più dura per ogni sportivo, ma quando la porti a termine con una barca così piccola e con tanti problemi da superare, è lì che il viaggio di Alessandro diventa un’impresa memorabile”. Ed è per questo che questo libro è un evento, per tutti coloro che amano la vela e la libertà.

Disponibile

Descrizione

“ATTORNO AL MONDO SU UNA BARCA DI 6,50 METRI”

Alessandro Di Benedetto ha scritto e illustrato in un prezioso volume la sua straordinaria impresa, che gli è valsa il record del primo uomo ad aver attraversato il pianeta con la barca più piccola, da solo e senza scali in 268 giorni.
“Attorno al mondo su una barca di 6,50 metri”, in 164 pagine il racconto di tutta l’impresa in prima persona, con 300 straordinarie fotografie e disegni dell’autore, dalla costruzione dello scafo alla navigazione nei mari di tutto il mondo.
Un emozionante libro riccamente illustrato che vi farà sentire a bordo, partecipi di questa avventura ai limiti umani sino al 60° parallelo sud, tra bonacce e tempeste, paure e gioie, disalberamenti e solitudine, problemi tecnici e psicologici.

Formato: 27×18 cm, 164 pagine
Lingua: italiano

CONTENUTI
FUORI DALL’ORDINARIO
Per capire che tipo di personaggio fuori dall’ordinario sia il marinaio italo francese (il papà è siciliano, ci tiene a precisarlo) e come la narrazione della sua avventura abbia toni così lontani dall’autocelebrazione, sentite come racconta uno dei momenti più drammatici dell’impresa, mentre si avvicina all’Everest dei velisti, Capo Horn. Con una disarmante naturalezza racconta il disalberamento avvenuto in pieno Oceano Pacifico: “Sono le prime luci dell’alba del 30 marzo, sono sottocoperta intento a riposare quando, improvvisamente, vengo scaraventato sul lato di sinistra. Un violento frangente ha appena investito la barca, coricandola di circa 110°. Subito esco in pozzetto: non c’è più l’albero!… l’albero è spezzato in tre pezzi… ” E, con calma quasi olimpica e cocciuta determinazione, trova il tempo di fotografare e raccontare come, grazie ad una abilità marinara fuori dal comune, è riuscito a mettere in piedi un armo di fortuna, che gli ha consentito di riprendere il viaggio e tenere medie simili a quelle che avrebbe tenuto quando l’albero “vero” era ancora in piedi: “Ho deciso che il viaggio prosegue normalmente… e che costruirò un armo di fortuna con il pezzo più lungo di albero che misura 6 metri e 37… ricostruisco con resina epossidica e fibre di carbonio la base dell’albero… per scaldare impiego dei sacchetti di carbone attivo, di quelli utilizzati in montagna per prevenire il congelamento delle dita”. Ma “Attorno al mondo su una barca di 6,50 metri” non è solo un racconto di navigazione, ci sono anche momenti intimi dove la natura, il mare, gli abitanti degli oceani (sì, anche a centinaia di miglia dalla costa!) diventano protagonisti.

QUANDO UN LIBRO È UN EVENTO
Uno dei passaggi più emozionanti è un incontro ravvicinato con i delfini: “Non riesco a crederci! Ne arriva un altro che spinge via il primo e come un cagnolino viene a strofinarsi sulla mia mano. Sono senza parole, si fanno accarezzare! “. Il libro di Di Benedetto è la testimonianza di un’impresa memorabile, come l’ha definita Sir Robin Knox Johnston che deteneva il record precedente, imbattuto dal 1969: “Navigare attorno al mondo è la sfida più dura per ogni sportivo, ma quando la porti a termine con una barca così piccola e con tanti problemi da superare, è lì che il viaggio di Alessandro diventa un’impresa memorabile”. Ed è per questo che questo libro è un evento, per tutti coloro che amano la vela e la libertà.

Ti potrebbe interessare…